boutique_bijourama.topban

Impara a conoscere il tuo orologio ! Ecco un glossario dei termini dell’orologeria utilizzati dai professionisti del settore.

Acciaio inossidabile o Stainless steel (inglese)
Acciaio che presenta un’ottima resistenza alla corrosione grazie all’alta percentuale di cromo (di un minimo del 10,5%) che forma un sottilissimo strato protettivo trasparente una volta a contatto con l’aria o l’acqua. Viene utilizzato principalmente per la cassa degli orologi da polso.
Allarme
Segnale acustico emesso ad un momento specifico. Necessita una programmazione.
Altimetro
Dispositivo che misura la distanza in verticale di un punto preciso prendendo come base di riferimento il livello del mare, il suolo, o un punto qualsiasi stabilito in precedenza.
Ammortizzatore
Piccola molla che facendo pressione su un pezzo impedisce i movimenti imprevisti.
Ampiezza
Misura dell’angolo massimo descritto dalla traiettoria di un bilanciere rispetto al suo punto di riposo.
Bariletto (o Tamburo)
Piccola scatola rotonda che contiene la molla del movimento di un orologio. E’ formato da un disco dentato calettato su un albero su cui ruota liberamente, agganciato ad un’estremità della molla, che puo’ essere considerato come il « motore meccanico» dell’orologio.
Barometro
Strumento che misura la pressione atmosferica. Alcuni valori, previo trattamento, possono indicare anche l’altitudine.
Bilanciere
Organo che regolarizza la velocità di rotazione dell’orologio. Ha solitamente la forma di una ruota che oscilla alternativamente in senso orario e antiorario collegata agli ingranaggi dell’orologio e destinata a rendere il loro movimento più regolare possibile.
Bip orario
Su un orologio da polso o murale, è il meccanismo che indica le ore attraverso un segnale acustico.
Bussola
Strumento dotato di un ago calamitato che indica il nord, spesso integrato negli orologi per il trekking. Fornisce una direzione che serve da riferimento per gli spostamenti.
Calendario annuale
Un orologio che indica la data (giorno e mese) e le 24 ore, che si regola automaticamente di mese in mese. Sugli orologi meccanici si regola una volta all’anno, dal 1 febbraio all’ 1 marzo
Calendario perpetuo
Meccanismo che indica la data (giorno e mese) regolandosi automaticamente di mese in mese, compreso il mese di febbraio.
Calibro
In origine termine utilizzato per designare le dimensioni del movimento di un orologio ; oggi viene impiegato per indicare un tipo di movimento. Quando un numero di calibro viene accompagnato dal produttore della marca serve come indicatore dell’origine.
Carica
Operazione che consiste nello stringere la molla di un orologio meccanico. Puo’ essere effettuata a mano (per mezzo della corona) o automaticamente (per mezzo di un rotore che viene fatto oscillare dai movimenti del braccio dell’utilizzatore).
Carillon
Meccanismo dell’orologio che genera un motivo musicale attraverso sottili lamine che vibrano all’interno della cassa.
Chiusura a cliquet
Chiusura di bracciale o di collana che consiste da una parte in una piccola linguetta piegata in due che agisce come una molla e dall’altra in un recipiente nel quale viene inserita la linguetta. Quando questo avviene, un leggero clic sonoro indica l’avvenuta chiusura.
Complicazioni
Sono cosi’ chiamate tutte le funzioni che vanno oltre la visualizzazione dell’ora. Ne fanno parte funzioni come il datario, le fasi lunari, il cronografo ed altre più elaborate (le grandi complicazioni) come il calendario perpetuo, la rotazione dei pianeti, l’equazione del tempo, il tourbillon che, quando sono presenti contemporaneamente, danno un grande valore all’orologio.
COSC
Acronimo di Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres. E’ l’ente abilitato a rilasciare il certificato di cronometro agli orologi che rispondono a standard determinati.
Cronografo rattrappante
Apparecchio caratterizzato da due lancette dei secondi che girano insieme. Una delle due (la fly-back) puo’ essere fermata per registrare un tempo intermedio, mentre l’altra continua a correre. Una volta misurato il tempo con una pressione del bottone la fly-back raggiunge immediatamente l’altra lancetta.
Cronometro
Strumento per misurare il tempo che è stato sottoposto ad una serie di test di precisione da un istituto ufficiale neutro specializzato nel controllo di strumenti di misura. Un cronometro puo’ essere utilizzato per misurare degli intervalli di tempo in competizioni ufficiali. In orologeria spesso il termine di cronometro viene utilizzato a torto per designare un cronografo.
Display analogico
Indicazione dell’ora tramite lancette inserite al centro del quadrante
Display digitale o numerico
Indicazione dell’ora sul quadrante tramite numeri che si modificano col passare del tempo (senza lancette).
Equazione di tempo
Differenza tra il il tempo solare medio (la nostra ora legale con una costanza di 24 ore al giorno) ed il tempo solare ad un momento preciso. Tale differenza, che viene riequilibrata 4 volte l’anno, oscilla tra 14,5 minuti in febbraio a 16,5 minuti in novembre.
Fasi della luna
I cambiamenti visibili dell’aspetto della luna nel corso della sua orbita intorno alla Terra (luna nuova, luna crescente, mezza-luna, luna piena, luna calante).
Fermaglio di sicurezza
Evita l’apertura involontaria della chiusura del cinturino.
Fibbia ad ardiglione
Simile ad una fibbia di cintura, un perno o una stanghetta metallica s’inserisce nel bracciale e blocca l’orologio sul polso.
Fibbia « déployante »
E’ utilizzata sulla maggior parte degli orologi metallici. Serve anche a chiudere altri tipi di bracciali. Esistono due modelli principali : quello a lamine asimmetriche e, più frequente, il modello simmetrico. In questo caso si utilizza il termine di fibbia papillon (a farfalla)
Fosforescente
Fenomeno che riguarda le cifre, le lancette o altri indicatori del quadrante quando l’orologio emette un colore giallo-verde visibile al buio. Alcuni orologi fabbricati nella prima metà del XXesimo secolo utilizzavano il radio o il trizio per ottenere la fosforescenza delle lancette. Questo procedimento pericoloso è stato abbandonato in favore di tinture a base di alluminato di stronzio.
Frequenza
Numero di oscillazioni al secondo. Negli orologio al quarzo, la frequenza è di solito di 32.768 oscillazioni al secondo. L’unità di misura è l’hertz (Hz).
Garanzia
Indica l’obbligo contrattuale e legale che impegna il venditore dell’orologio nei confronti dell’acquirente. Se l’orologio non è conforme o cessa di funzionare correttamente, l’acquirente puo’, nel periodo previsto dalla copertura, servirsi della garanzia. Il venditore dovrà procedere alla riparazione o alla sostituzione parziale o totale del prodotto. Nel caso degli orologi, la garanzia è spesso unita al manuale d’uso.
Gear
Meccanismo che trasmette il movimento e la forza attraverso ruote dentate.
GMT
(Greenwich Mean Time). Con questo termine vengono indicati gli orologi che indicano oltre l’ora locale quella di altri fusi orari.
Gong
Filo di metallo che genera un segnale quando viene percosso con un martello. Un’estremità è fissata ad uno zoccolo e l’altra resta sospesa in una zona perimetrica al movimento.  
Impermeabile o water resistant
La cassa dell’orologio non lascia penetrare nè l’acqua nè l’umidità grazie ad una serie di guarnizioni.
Liquidation
Opération qui consiste à serrer le ressort d'une montre mécanique. Cela peut être fait à la main (au moyen de la couronne) ou automatiquement (au moyen d'un rotor, à partir d'un balancement par les mouvements du bras).
Luminescence
Ayant le pouvoir d'émettre des rayons de lumière. Un matériau luminescent est déposé sur le nombre et les aiguilles afin de lire l'heure dans l'obscurité.
Ingranaggio
Insieme dei pezzi (tra i quali la ruota e il rullo) che convertono il movimento a rotazione in quello alternato.
Lancette
Strumento indicatore formato da una laminetta metallica sottile e leggera che si sposta su un quadrante. Gli orologi generalmente ne hanno tre : quella delle ore, dei minuti e dei secondi. Possono avere forme diverse (Dauphine, Alfa, Bastone, Breguet, Pera, Skeleton…). La lancetta dei secondi puo’ essere  fissata al centro o sul perno di una ruota che gira su un piccolo quadrante poso di solito all’altezza delle ore 6 del quadrante
Lunetta o corona
Anello che circonda il cristallo o il vetro di un orologio. E’ fissata sulla parte anteriore della carrure (la parte mediana) della cassa. Puo’ essere a vite, a pressione, a cliquet, multidirezionale, fissa o mobile.
Molla motrice
La molla principale di un orologio, contenuta nel bariletto.
Movimento
Il « motore » di un orologio, l’insieme dei principali elementi e dei meccanismi di un orologio murale o da polso.
Movimento al quarzo
Il cristallo vibra quando è attraversato da un campo elettrico, alimentando cosi’ l’orologio. La maggior parte degli orologi destinati ad un largo pubblico dispone oggi di un meccanismo al quarzo. Gli orologi al quarzo sono generalmente a pile.
Ore scorrevoli
Ora digitale su un disco che appare in un’apertura del quadrante. Al termine di ogni ora, il disco gira per fare apparire le cifre seguenti.
Orologiaio assemblatore
E’ un orologiaio indipendente (on un laboratorio)  che si occupa dell’assemblaggio parziale o globale degli orologi, per conto di un «etablisseur»  che fornisce le parti necessarie.
Orologio « a guichet »
Orologio dotato di una piccola apertura. Queste finestre sul quadrante sono utilizzate per dare indicazioni come la data o l’ora.
Orologio a carica meccanica
Orologio meccanico che si carica a mano girando la rotellina posta sul lato.
Orologio astronomico
Orologio che oltre all’ora dà informazioni relative alla posizione del sole, della luna, al movimento dei pianeti, alle fasi della luna, al segno zodiacale, al tempo siderale.
Orologio automatico
Orologio in cui il movimento del polso carica la molla motrice grazie alla rotazione di un rotore che gira liberamente sul suo asse, rotazione provocata dal movimento del polso e dalla forza di gravità. L’orologio non va caricato manualmente e, diversamente dal movimento al quarzo, non necessita di batterie.
Orologio Kinetic
Orologio nel quale la pila è sostituita da un generatore di energia integrato azionato dal movimento del polso di chi lo indossa: l’energia meccanica così prodotta viene poi trasformata in energia elettrica ed infine immagazzinata in un accumulatore alimentato da cellule fotovoltaiche.
Orologio scheletrato
Orologio in cui numerose parti sono traforate ; il fondello, il quadrante o entrambi sono trasparenti per permettere la visione sulle diverse parti del meccanismo.  Le operazioni di scheletratura sono spesso eseguite a mano.
Pignone
Parte montata sull’asse di una ruota, il cui ingranaggio trascina i denti della ruota vicina.
Quadrante
Il «viso» dell’orologio, su cui appaiono le indicazioni dell’ora. Puo’ essere argentato, metallico, smaltato, dorato, laccato, con o senza pietre preziose.
Quadrante luminoso
Le ore o le lancette sono ricoperti da un materiale luminescente per renderli visibili al buio.
Quarzo
Minerale cristallino che prende svariate forme, diffuso in diverse regioni del mondo. Le sue proprietà di risonanza elettrica fungono da matrice per gli orologi. Il quarzo sintetico è fabbricato a partire dal silicio.
Radiocontrollato o waveceptor
Le rétro éclairage est une technique d’éclairage permettant aux cadrans, notamment numériques, grâce à une source de lumière diffuse intégrée, d’améliorer le contraste de l’affichage et laGli orologi a controllo orario captano il segnale orario di una determinata regione e si sincronizzano su questo. Si mettono dunque automaticamente sul corretto fuso orario; il cambiamento dell'ora legale e dell'ora solare viene automaticamente regolato.
Retroilluminazione
Tipo di illuminazione che grazie ad una fonte di luce diffusa integrata permerre di illuminare il display migliorando i contrasti e la leggibilità.
Ripetizione minuti
Complicazione in un orologio meccanico che suona il tempo a richiesta, attivando un pulsante. Esistono diversi tipi di ripetizione, con gradi diversi di precisione, da quella delle ore e dei quarti a quella della ripetizione minuti che suona al tempo fino al minuto usando timbri diversi per le ore, i quarti e i minuti.
Rotore
Massa oscillante a forma semi-circolare, squilibrata, che, imperniata al centro del movimento, permette con le sue oscillazioni di ricaricare l’orologio grazie ad un sistema di ingranaggi e di ruote dentellate.
Stopwatch
Apparecchio che puo’ essere attivato e fermato per misurare un determinato intervallo di tempo. Il tempo che appare sul display è parzialmente o totalmente perduto fino al momento in cui le lancette sono rimesse sullo zero.
Tachimetro
Strumento che misura la velocità. In un orologio, si riferisce ad un timer o ad un cronografo dotato di un quadrante graduato sul quale la velocità viene misurata sulla scala del kilometro all’ora o di un’altra unità (vedi anche Timer).
Tempo siderale
In astronomia, il tempo che impiega la terra a compiere un giro completo rispetto alle stelle. Un secondo siderale equivale a 0.9972696 secondi classici ; un orologio siderale guadagna 3.85 minuti al giorno su un orologio standard, e 24 ore sull’arco dell’anno.
Timer
Strumento utilizzato per registrare gli intervalli di tempo senza alcuna indicazioni dell’ora della giornata.
Titanio
Materiale impiegato principalmente per la sua leggerezza, la sua resistenza e l’alto punto di fusione. Utilizzato soprattutto per gli orologi sportivi, per il suo debole peso e la sua inalterabilità a contatto dell’aria e dell’acqua. In questi ultimi anni il titanio è apparso anche su alcuni gioielli maschili, grazie alla gamma di sfumature grigie che caratterizzano il titanio quando è sottoposto ad alte temperature.
Tonneau o botte
Indica la forma della cassa di un orologio, con due lati convessi.
Tourbillon
Dispositivo che annulla le differenze di marcia di un orologio nelle diverse posizioni verticali collegate all’azione della gravità terrestre. Per annullare queste differenze una gabbia mobile che supporta la ruota di scappamento, l’àncora ed il bilanciere-spirale gira su se stessa ed il suo centro di rotazione è lo stesso di quello del bilanciere. Ne risulta che quest’ultimo cambia continuamente di posizione come se l’intero orologio girasse su se stesso: i ritardi che l’orologio può accusare in una posizione vengono così annullati dagli anticipi che registra nella posizione opposta.
Tripla complicazione
L’associazione della ripetizione dei minuti, di un calendario perpetuo e di un cronografo sullo stesso orologio
Trotteuse
Lancetta dei secondi di un orologio, situata al centro.
Velcro
Marchio brevettato diventato nome generico. Materiale tessile consistente in due strisce differenti ; l’una in un tessuto peloso o spugnoso e l’altra in un tessuto con piccoli uncini flessibili. Una volta a contatto, le due si agganciano. Questra striscia viene anche chiamata scratch per onomatopea al rumore prodotto quando i due segmenti sono separati. Viene utilizzata per cinturini di orologi sportivi, che cosi’ possono essere perfettamente adattati al polso.
Vetro minerale
Vetro dell’orologio fabbricato con ossido di silicio. Ha ottime qualità di trasparenza. Più pesante del vetro zaffiro.
Vetro zaffiro
Vetro dell’orologio fabbricato con zaffiro sintetico industriale. La sua principale caratteristica è la grande resistenza ai graffi.
Vibrazioni
Movimento di un pendolo o di un altro elemento oscillante, limitato da due posizioni estreme consecutive. Un orologio meccanico produce generalmente cinque o sei vibrazioni al secondo (ossia 18 000 o 21 600) ma un prodotto di alta gioielleria puo’ avere una frequenza di otto o addirittura dieci vibrazioni, sette al secondo (25 200, 28 800 o 36 000 all’ora).
Watch material
Pezzi separati o componenti, sia per la produzione di orologi che per la loro riparazione. In quest’ultimo caso sono spesso chiamati «pezzi di ricambio » o « materiale di riparazione ».
Yacht Timer
Funzione di countdown (conto alla rovescia) utilizzata nel cronometraggio delle regate. Conteggia periodi da 1 a 10 minuti.